Agenda gennaio non ti temo!

Ecco quali strategie applicare per riempire l’agenda del tuo Istituto di Bellezza

Buono passaparola e agenda piena

Attorno all’idea del passaparola, Beauty Training ha costruito una strategia misurabile e verificabile che lo certifica come l’elemento principale che caratterizza la strategia riempi agenda.

Per far sì che la strategia sia efficace serve, però, agire su più fronti, utilizzando strumenti adatti e associandoli a specifici trattamenti da offrire in specifici periodi dell’anno, come a Natale.

L’idea di ricevere qualcosa in regalo dev’essere alla base della strategia: si devono prendere scelte mirate per la buona riuscita di quest’ultima.

Azioni preventive

Prima di consegnare i buoni passaparola serve considerare quanti saranno i buchi in agenda durante il mese di gennaio.

Con lo storico dell’anno precedente si possono fare due conti per predisporre il doppio dei buoni passaparola rispetto ai buchi presenti: in questo modo si potrà sfruttare il dato statistico per garantirsi un buon risultato.

Non è tutto: è fondamentale stilare un’attenta pianificazione, che comincia con la gestione consapevole del team, delle risorse e della leadership.

I diversi corsi messi a disposizione da Beauty Training, infatti, insegnano come un Istituto di Bellezza solido possa diventare il trampolino di lancio per una rapida ascesa.

Ad esempio, avere un sistema di dati e attività della clientela (il cosiddetto CRM) gestito con cura e aggiornamenti permette di estrapolare informazioni utili per realizzare strategie mirate con un miglior indice di conversione: gran parte della buona riuscita di tutte le strategie è merito dell’efficace gestione del sistema di raccolta dati.

Il buono passaparola da utilizzare in combinazione con il marketing natalizio deve avere una data di inizio e di scadenza.

Il buono potrà essere utilizzato dal 1 al 31 gennaio: in questo modo è possibile riempire l’agenda del mese, raccogliere nuovi nominativi da inserire nella banca dati e attivare tutta la catena di strategie funzionali a trasformare il cliente in costante e fedele consumatore di promozioni presenti e future.

Prima parte della strategia: Marketing OUT

Il Marketing OUT consiste nel siglare partnership con attività di vicinato che nel periodo di dicembre hanno un incremento cospicuo di clientela: ristoranti per le cene aziendali, fioristi per un pensiero ad un parente o amico, pasticcerie per il dolce della festa, e così via.

Stabilito il numero di clienti necessari per riempire l’agenda serve consegnare almeno il doppio dei buoni passaparola al titolare dell’attività scelta per la partnership, così da incentivare al meglio la distribuzione.

In cambio, l’Istituto di Bellezza potrà distribuire ai propri clienti buoni sconto, coupon o biglietti da visita dell’attività che sottoscrive la collaborazione.

Seconda parte della strategia: Marketing IN

Il buono passaparola utilizzato durante il periodo natalizio si presenta come una soluzione pronta all’uso ed efficace per diverse ragioni:

  • regalare un buono alla propria cliente, che può usare sia lei che una persona a lei cara, la fa sentire speciale e coccolata: tutto questo aumenta le entrate di nuove clienti e la considerazione dell’Istituto di Bellezza
  • scegliere a quale cliente consegnare il buono, preferendo quelle altospendenti seguendo i dati estratti dal CRM, costituisce la scelta mirata che caratterizza la buona riuscita della strategia

Nello specifico, il buono passaparola legato al Natale si presenta in una busta 15X15 addobbata di accessori color rosso, oro, argento, di modo da risultare chic ed elegante.

Il trattamento proposto nel buono non deve essere scelto con casualità: deve essere completamente dedicato al relax e al benessere della cliente, di modo che a fine trattamento si senta coccolata, rilassata, soddisfatta e, soprattutto, “rinata”. Per questo dovrà avere una durata di almeno 30 minuti.

La strategia si può ripetere per altri eventi e ricorrenze presenti a calendario, basta che sia affinata e adatta alla festività specifica.

E se restano altri spazi liberi?

A questo punto, una volta fatto tutto il possibile per riempire l’agenda di gennaio, bisogna rivolgere lo sguardo e le proprie strategie verso i mesi successivi.

Qual è l’evento successivo presente in calendario? San Valentino!

Ecco che servirà ipotizzare strategie basate su trattamenti di “coppia” e di coccola in Limited Edition per ottimizzare l’agenda e portarsi avanti.